Advertising Console

    Cambogia:ergastolo per gli ex leader dei Khmer rossi

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    688
    21 visualizzazioni
    Condannati all’ergastolo Nuon Chea e Khieu Samphan, i due più alti ex leader dei Khmer rossi ancora in vita. L’accusa, secondo il tribunale misto dell’Onu, è di crimini contro l’umanità relativi all’evacuazione forzata della capitale cambogiana nel 1975.

    I due imputati, in carcere dal 2007, erano presenti in aula al momento della sentenza. Un secondo processo, relativo alle accuse di genocidio contro la minoranza vietnamita e la comunità musulmana Cham, ha visto la sua prima udienza la settimana scorsa.