Los Angeles: nonostante la siccità, consumi d'acqua in aumento

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
32 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Los Angeles (askanews) - Se vuoi un pianeta eco-sostenibile, comincia dal prato di casa. Questa la lezione che i losangelinos, bon gré, mal gré, stanno imparando.
Per lottare contro una delle peggiori siccità della storia municipale, le autorità di Los Angeles hanno proposto incentivi pubblici ai proprietari che accettano di sbarazzarsi dei prati davanti a casa, grandi divoratori di acqua, per rimpiazzarli con cactus e piante grasse più adatti al clima arido.
Quattro del pomeriggio, 30 gradi all'ombra, la California boccheggia sotto il solleone. La siccità non concede tregua ma anche in questo quartiere residenziale l'irrigazione va a mille. In pochi minuti, dozzine di litri d'acqua vengono utilizzati, e sprecati, per mantenere in vita francobolli di prato.
Per limitare i consumi, alcuni hanno chiesto aiuto ad Anne Philips, paesaggista specializzata nei climi aridi. Cactus, acciottolato e piante grasse disegnano un giardino più adatto alla latitudine e alle precipitazioni dell'area, alimentato da un'irrigazione a goccia, mirata e calibrata.
"In questo modo non si spreca più l'acqua, che non si disperde e non evapora. Va direttamente dove la piante ne hanno più bisogno".
Anne ha visto il suo volume d'affari esplodere verso l'alto in questi ultimi anni, nonostante il viscerale attaccamento degli americani ai prati di casa.
"Dagli anni '50 e '60 coltiviamo l'immagine della casa tradizionale americana con il prato davanti. Dall'infanzia portiamo questa idea incisa nella mente, di come dovrà essere la nostra casa. Ma ora credo che sia venuto il momento di andare oltre e di ripensare l'ambiente urbano".
Anche perché, siccità o meno, quest'anno i consumi idrici a Los Angeles non hanno fatto che aumentare.
(Immagini Afp)

0 commenti