Massacro Unrwa, "condanna" dell'Onu

13 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Non si trovano scuse e nemmeno spiegazioni a quanto accaduto a Rafah. Le immagini che stanno facendo il giro del mondo in queste ore parlano da sole.

La scuola dell’agenzia Onu che opera nei territori riporta un bilancio devastante dopo l’attacco, forse di un drone israeliano, che ha fatto 10 vittime palestinesi tra cui anche bambini, e 150 feriti.

Robert Turner, direttore Unrwa a Gaza: “La posizione esatta di queste scuole è stata fornita piú volte all’esercito israeliano. Sanno dove si trovano i rifugi. Come mai continua a succedere, come mai? Non ne ho idea, non ho piú parole, non lo capisco.’

Dura la condanna del segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, che definisce l’uccisione di civili palestinesi “un’altra grave violazione del diritto umanitario internazionale”, visto che le strutture Onu colpite dovrebbero essere luoghi sicuri, non zone di combattimento.

Dal 7 luglio all’interno dei territori sono state colpite sei scuole, secondo l’Onu, e sono morti circa 250 bambini.

In totale sono stati uccisi 1739 palestinesi, ne sono stati feriti quasi 10mila e sono andate distrutte centinaia di case.
Solo domenica nella Striscia di Gaza sono morte 50 persone.

0 commenti