Advertising Console

    Russia, un monumento per riappropriarsi della storia

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    796
    16 visualizzazioni
    Non è l’inaugurazione di un monumento ai caduti come tanti altri, quella a cui hanno partecipato il presidente Vladimir Putin e il patriarca Kirill: è il tentativo di ridare alla Prima guerra mondiale il giusto spazio nella storia della Russia, dopo il quasi-oblio imposto in epoca sovietica.
    Con la Rivoluzione d’ottobre la Russia uscì dalla Grande guerra, che da allora venne definita il conflitto degli imperialisti. Ora, anche attraverso apposite rievocazioni, Mosca vuole riappropriarsi in pieno della propria storia.
    “Il centesimo anniversario della guerra è una data importante – dice Vladislav Sereda della Società storica militare russa -. Sfortunatamente, per anni non si è parlato di questa guerra. In Russia non c‘è un singolo memoriale dedicato alla prima guerra mondiale”.
    Il contributo di vite della Russia alla Grande guerra è stato di due milioni di soldati e un milione di civili.