Caserta - La visita di Papa Francesco - live- (26.07.14)

Pupia

per Pupia

635
7 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Caserta. “Bisogna avere il coraggio di dire no a corruzione e illegalità”. Parole pronunciate da Papa Francesco al cospetto dei 300mila e più fedeli che hanno invaso Caserta per la sua visita pastorale.

Dopo l'atterraggio nell'eliporto della Scuola sottufficiali dell'Aeronautica di Caserta, adiacente alla Reggia, il Pontefice, accolto dal sindaco Pio Del Gaudio, dal presidente della Provincia Domenico Zinzi e dal prefetto Carmela Pagano, ha raggiunto i sacerdoti della diocesi per un vertice a porte chiuse. Al termine dell'incontro con il clero le squadre sportive locali lo hanno omaggiato con le loro maglie ufficiali.

Poi, a bordo della Papamobile, è entrato nella piazza antistante il Monumento Vanvitelliano e la folla e andata in delirio. Insieme al vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D'Alise, e al vescovo metropolita di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe, Bergoglio ha celebrato la messa, visibile anche sui quattro maxischermi allestiti. “Chi diventa amico di Dio, ama i fratelli, – ha detto il Santo Padre durante la sua omelia – si impegna a salvaguardare la loro vita e la loro salute anche rispettando l’ambiente e la natura”.

“Ciò è particolarmente importante in questa vostra bella terra che richiede di essere tutelata e preservata, richiede di avere il coraggio di dire no ad ogni forma di corruzione e di illegalità, richiede a tutti di essere servitori della verità e di assumere in ogni situazione lo stile di vita evangelico, che si manifesta nel dono di sé e nell’attenzione al povero e all’escluso”, ha aggiunto Bergoglio, celebrando Sant'Anna, patrona di Caserta, “la nonna di Gesù” come lui ama definirla, “colei che ha preparato la figlia a diventare regina dei cieli”. Poi il monito finale: “Non lasciatevi rubare la speranza”.

A bordo dell’elicottero, mentre raggiungeva Caserta, Francesco ha affermato: “E' terribile che una terra così bella venga rovinata”, riferendosi al fenomeno della “Terra dei Fuochi”. Lunedì mattina il Papa tornerà a Caserta ma in forma privata, per incontrare la comunità della chiesa evangelica pentecostale, guidata dal pastore Giovanni Traettino. (26.07.14)

0 commenti