Gaza: nuovi raid nel 15° giorno di offensiva israeliana

Prova il nostro nuovo lettore
2 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
All’alba del quindicesimo giorno dell’offensiva “Margine protettivo”, Israele ha lanciato nuovi raid aerei sulla Striscia di Gaza, provocando sette vittime. Lo ha dichiarato il portavoce dei soccorritori palestinesi. Tra i morti ci sarebbero cinque membri della stessa famiglia, di cui quattro donne.

Il bilancio di due settimane di guerra supera i 580 morti palestinesi, e oltre 3.640 feriti, mentre Israele dichiara che sono rimasti sul campo 27 dei suoi soldati. Un militare israeliano sarebbe stato inoltre catturato dalle Brigate Ezzedin Al Qassam, il braccio armato di Hamas, secondo quanto comunicato oggi dal portavoce.

I bombardamenti di queste ultime ore, oltre alle vittime, hanno letteralmente svuotato i rioni di Sheikh Zayed e Tel Zaatar, a nord di Gaza, dove abitavano 70 mila persone. Fonti giornalistiche ritengono che gli sfollati siano ormai 135 mila.

La collera palestinese contro l’attacco israeliano ha causato violenti scontri anche in Cisgiordania. A Ramallah un militare israeliano ha freddato un ventunenne palestinese a colpi d’arma da fuoco perché tirava pietre contro il suo veicolo.

A Betlemme, lunedì notte, il lancio di pietre contro una torretta di controllo israeliana ha innescato la reazione dei militari che hanno risposto con i lacrimogeni.

0 commenti