Malala in Nigeria per ragazze rapite: "Fare ogni sforzo per loro". Ragazza pachistana incontra il presidente e parenti studentesse

askanews

per askanews

867
28 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Abuja (Nigeria) (TMNews) - Sarà fatto ogni sforzo per riportare a casa le studentesse rapite in Nigeria. E' quanto ha promesso il presidente dello Stato africano Goodluck Jonathan a Malala Yousafzai. La ragazza pachistana sopravvissuta a un attentato dei talebani si trova in Nigeria. ."Quando ho incontrato il presidente gli ho ribadito che il governo deve assicurare il rilascio delle studentesse- ha spiegato Malala - il presidente mi ha promesso che incontrerà i loro genitori e che farà di tutto per le ragazze"."Il presidente le considera come sue figlie".La ragazza pachistana ha incontrato anche i genitori delle studentesse rapite in aprile. "Ho detto loro di non perdere la speranza. Le loro figlie non sono sole. Noi continueremo questa campagna. Quando li ho incontrati, i familiari delle ragazze erano in lacrime - racconta - Mi ha fatto molto male, anche mio padre si è messo a piangere. Lui sa cosa significhi soffrire per una figlia. Queste ragazze hanno tutta la mia solidarietà. Mi batterò in ogni modo per la loro liberazione".La studentessa ha poi lanciato un appello perchè la comunità internazionale intervenga non solo a favore delle studentesse nigeriane. "Ogni giorno donne e ragazze sono chiamate ad affrontare sfide indicibili", ha concluso Malala, e si contano "oltre 66 milioni di ragazze nel mondo che non vanno a scuola".(immagini afp)

0 commenti