Advertising Console

    Inflazione: a giugno prezzi alimenti -0,6%, crollo vegetali -12%

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    14 visualizzazioni
    Roma, (askanews) - Sono i vegetali freschi a far segnare il
    maggior crollo dei prezzi con un calo del 12% al consumo con
    effetti che sono molto più pesanti sulle imprese agricole, ma
    anche sui consumatori con gli acquisti che sono scesi per la
    frutta e verdura ben al di sotto del livello minimo raccomandato
    dal consiglio dell'Organizzazione mondiale della sanità di almeno
    400 grammi per persona al giorno. E l allarme lanciato dalla
    Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi all inflazione a
    giugno che con un calo per l alimentare dello 0,6% evidenziano i
    pericolosi effetti della spirale deflazione e consumi sulla
    tavola degli italiani.
    Il consumo di frutta e verdura degli italiani è sceso al minimo
    dal 2000 perché le famiglie sono state costrette a tagliare gli
    acquisti e a mettere oltre 100 chili di ortofrutta in meno in
    media nel carrello nel l 2013 ma la situazione - sottolinea la
    Coldiretti - si è aggravata pesantemente nel primo semestre di
    quest anno per l effetto congiunto della crisi economica e del
    maltempo. Nel corso del 2013 - spiega la Coldiretti - sono state
    acquistate complessivamente dagli italiani 7,8 milioni di
    tonnellate di ortofrutta con una netta prevalenza della frutta
    con 4,2 milioni di tonnellate sulla verdura che è scesa a 3,6
    milioni di tonnellate.