Advertising Console

    Mondiali, infortuni per i big: è il momento degli "eroi per caso". Addio a Neymar e Di Maria, ma l'Olanda pazza per Krul

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    21 visualizzazioni
    Rio de Janeiro (TMNews) - Dopo Neymar, il cui torneo è finito dopo la frattura a una vertebra, il Mondiale perde anche Angel Di Maria, l'esterno argentino che si è infortunato nella sfida con il Belgio. Le due superpotenze sudamericane, comunque, hanno conquistato le semifinali e, nonostante gli infortuni e le squalifiche, i tifosi pensano in grande. "Il sogno - dice un supporter argentino - è proprio quello di affrontare il Brasile in finale e batterli qui, in casa loro".In semifinale sono approdate anche l'immarcescibile Germania e, con più fatica del previsto per superare il Costa Rica, anche l'Olanda, che ha scoperto un nuovo eroe: il portiere di riserva Tim Krul. Mandato in campo, con una mossa assolutamente inedita, dal ct Van Gaal all'ultimo minuto dei tempi supplementari, in quanto specialista nel parare i rigori. E lui lo ha ripagato con due respinte decisive. E tra i tifosi arancioni è esplosa la festa.E se i sudamericani sognano un derby australe, il Olanda si pensa a un epilogo tutto europeo. "Per la finale - è sicuro un fan olandese - affronteremo la Germania e li batteremo all'ultimo minuto e saremo campioni".Fino a prova contraria tutto può succedere e le magnifiche quattro legittimamente sognano la Coppa.