A seminar la buona pianta: la natura secondo Antonio Albanese. In trentino un festival alla riscoperta delle piante medicinali

20 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Trento (TMNews) - Dall'odore del lago, al rispetto verso se stessi e gli altri nel confronto con la grandezza della vita: Antonio Albanese racconta il suo rapporto con la natura e riconosce, quasi con gratitudine, come questo legame, nato quando era piccolo, quanto sia importante ora nel suo lavoro. "Ti dà la possibilità di sviluppare quei sensi che nel mio lavoro, può aiutare. Sviluppare i sensi come l'olfatto il suono, il profumo, in maniera vera. Io ho ancora il sapori e il profumo dell'acqua del lago, del sottobosco, del fungo".Albanese è stato l'ospite della serata di apertura a Rovereto, nella sede del Mart, del Festival "A seminar la buona pianta...", dedicato proprio al rapporto uomo-natura uomo-pianta, voluto da Aboca - produttrice di prodotti a base di complessi molecolari naturali, prodotti fitoterapici, e piante medicinali - che dal rapporto con la natura ha voluto trarre impulso non per un semplice idea imprenditoriale ma un più ampio progetto di vita naturale. Albanese nel suo racconto non ha risparmiato i momenti di comicità, quando ha ricordato come si fosse conquistato l'ammirazione dei figli dei suoi amici imitando i versi degli animali.Spente le luci del palcoscenico, Albanese ha dato poi la sua idea sul tema Seminare la buona Pianta.

0 commenti