Palermo - Mafia, operazione "Fiume": 17 arresti, c'è anche boss Spina (18.06.14)

Pupia

per Pupia

657
19 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Palermo. Una vasta operazione antimafia, denominata in codice "Fiume", a Palermo. Cento agenti della Direzione investigativa antimafia hanno eseguito 17 ordinanze di custodia cautelare con le accuse di associazione mafiosa, traffico di stupefacenti ed estorsione.

Tra gli arrestati anche Guido Spina, indicato dagli investigatori come il capomafia dello Zen. Il boss, da anni pluripregiudicato per droga e mafia, era perennemente agli arresti domiciliari per motivi di salute. In realtà stava benissimo e dalla sua villa trattava per telefono gli acquisti e lo spaccio di cocaina.

Numerosi arrestati gravitano nel quartiere Zen, uno dei più degradati alla periferia occidentale della città. Spina, 49 anni è accusato di avere tirato le fila di un vasto traffico di stupefacenti nel quartiere e di avere ordinato numerose estorsioni sia nei confronti di esercizi commerciali sia ai danni degli abitanti dei cosiddetti "padiglioni" dello Zen. Avrebbe gestito anche la "cassa" della famiglia mafiosa, provvedendo al mantenimento in carcere degli affiliati detenuti.

La villa di Spina, sempre allo Zen, sarebbe stata una vera e propria roccaforte, dotata di sofisticati sistemi di sicurezza e trasformata in una sorta di "supermercato" della droga all' ingrosso e dettaglio: la cocaina arrivava dalla Calabria e veniva spacciata a fiumi allo zen. Una vera e propria catena di montaggio, sostengono gli inquirenti, in cui veniva impiegato tutto il nucleo familiare. L'uomo nella sua villa bunker ripeteva di essere stato investito direttamente dai capimafia di un tempo. Il mafioso nelle intercettazioni chiamava i boss i "cristiani buoni".
(18.06.14)

0 commenti