Advertising Console

    Slaviansk senza luce e acqua: situazione umanitaria critica. La città ucraina teatro di scontri fra filorussi e Kiev

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    28 visualizzazioni
    Slaviansk (TMNews) - Decine di persone in coda per una bottiglietta d'acqua. Sono scene sempre più comuni a Slaviansk, città assediata e teatro di aspri combattimenti fra governo di Kiev e militanti filo russi.In molte zone manca l'elettricità ma il problema più grave è la mancanza di acqua. La fontana di Piazza Lenin si è trasformata in una cisterna all'aperto. Acqua sporca e stagnante, ma è tutto quello che c'è, d'altronde ci si arrangia come si può. "E' una buona cosa che ci sia un fiume qui vicino, si può nuotare, fare il bagno, non tutti sono fortunati come noi" dice questa signora.Anche i telefoni ormai sono fuori uso e molte persone hanno perso la loro casa durante i bombardamenti. "Ci sono state almeno 3 esplosioni - racconta Gennadi mentre mostra la sua casa distrutta pochi giorni fa - è esploso un tubo del gas, il fuoco è divampato su tutti i piani. Abbiamo chiamato i pompieri, hanno domato velocemente l'incendio e poi se ne sono andati". Anche Natasha ha perso l'appartamento in cui aveva investito tutti i suoi risparmi. "E' molto difficile vivere qui, è dura. Ci sono spari tutti i giorni, non ne posso più. Il mio appartamento era bello, ci ho lavorato mesi. E ora non c'è più niente".La popolazione si sente abbandonata, stretta fra i filorussi che controllano la città, il governo di Kiev che non ha più autorità. La situazione umanitaria non può che peggiorare vista anche l'impossibilità da parte delle Ong di raggiungere la città per portare aiuti.(Immagini Afp)