Lukashenko agli ucraini: negoziate per riprendervi la Crimea

Prova il nostro nuovo lettore
8 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Mosca apre al dialogo con l’Ucraina di Poroshenko. L’ambasciatore russo a Kiev, che ha assistito alla cerimonia di insediamento, ha detto che con il nuovo presidente si può trattare.

Più difficili da interpretare invece le dichiarazioni del presidente bielorusso Lukashenko. A dispetto dell’alleanza che lo lega al Cremino, ha detto che “l’Ucraina deve difendere la propria integrità territoriale”. E ai giornalisti ucraini che gli hanno chiesto se questo valga anche per la Crimea, Lukashenko ha risposto: “Andate in Crimea, aprite un negoziato e trovate il modo di riprendervela”.

Fiducia nelle capacità di Poroshenko di fermare l’escalation della crisi è stata espressa dal segretario di Stato americano Biden e dai dirigenti europei. Mentre il presidente svizzero Didier Burkhalter, attuale numero uno dell’OSCE, si è detto rassicurato dal fatto che Poroshenko voglia trovare subito una soluzione per un cessate il fuoco. “Ora – ha aggiunto – ci sono maggiori possibilità di arrivare a un risultato concreto”.

Il discorso di investitura del capo dello Stato, fermo nel difendere la scelta europea dell’Ucraina ma dialogante con le comunità filo-russe, ha suscitato apprezzamenti anche a Maidan. “Questo non è il momento di celebrare – avverte però un attivista – perché molto deve essere fatto per mantenere l’Ucraina unita e renderla più forte in futuro”.

La battaglia iniziata mesi fa proprio in questa piazza non può ancora dirsi conclusa.

0 commenti