Venezia, 14ma Biennale di architettura: tra desiderio e modernità

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

880
21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Venezia (askanews) - Venezia respira arte per scordare lo scandalo corruzione del Mose. In una città ancora scossa dalle polemiche è stata presentata, infatti, la 14esima edizione della Biennale di architettura, intitolata "Fundamentals" e curata dall'architetto Rem Koolhaas.
"Ho suggerito - ha spiegato il curatore - che sarebbe stato interessante rivolgere lo sguardo agli ultimi 100 anni dell'architettura, dal 1914 al 2014 e intitolare la rice4rca "Assorbire la modernità", in un certo senso una vera e propria provocazione".
L'intera Biennale, come ha spiegato il presidente della Biennale, Paolo Baratta, ha una forte caratterizzazione di ricerca pronta ad accogliere la diversità e la ricchezza grazie al contributo dei padiglioni nazionali.
"Mi sono reso conto - ha concluso Koolhaas - che la modernizzazione spesso è stata un percorso doloroso e che nel corso dell'ultimo secolo tutti i Paesi che hanno vissuto il loro processo di modernizzazione sono stati in qualche modo costretti ad adattarsi a un insieme di condizioni che oggi dettano la regole del mondo".
Per il 2014 la Biennale di Architettura durerà sei mesi, dal 7 giugno al 23 novembre, come la Biennale d'Arte, e comprenderà una serie di eventi collaterali rivolti ad altre discipline, come il teatro, la danza e le arti visuali.
(Immagini Afp)

0 commenti