Sparatoria al campus, un morto e 3 feriti a Seattle. L'aggressore bloccato da studenti e dipendente dell'università

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

920
4 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Seattle, (TMNews) - Sangue in un campus statunitense. Alla Seattle Pacific University un ragazzo di 26 anni ha sparato con un fucile a pompa nella hall del dipartimento di Scienze matematiche. Il bilancio è di un morto e tre feriti, uno in fin di vita."Mia figlia ci ha chiamato e ci ha detto che era in corso una sparatoria: sussurrava e quando ho cercato di parlarle ha detto che doveva andare" racconta il padre di una testimone."Ho visto una ragazza ferita nel panico, urlava 'chiamate mia madre, chiamate mia zia, chiamate i miei amici, fatelo per me sto morendo'" aggiunge un testimone.L'intervento di alcuni studenti e di un componente dello staff del campus è stato decisivo per evitare una strage: armati di spray al peperoncino, sono riusciti a bloccare l'aggressore. "Quando il killer ha iniziato a ricaricare il fucile uno studente l'ha bloccato e quando è finito a terra altri gli sono saltati addosso e l'hanno immobilizzato fino a quando non è arrivata la polizia" racconta il capitano Chris Fowler.La sparatoria avviene a due settimane di distanza da quella al campus di Santa Barbara, in California, dove sono rimaste uccise sei persone, compreso il killer, morto suicida. Il sindaco di Seattle, Ed Murray, ha parlato di epidemia di violenze da armi da fuoco negli Stati Uniti.(immagini Afp)

0 commenti