Il museo del D-day, Portsmouth racconta lo sbarco in Normandia

42 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Portsmouth, sud dell’Inghilterra. Ha sede qui l’unico museo della Gran Bretagna dedicato interamente allo sbarco in Normandia. Il D-day, 6 giugno 1944: le forze alleate approdano sulle coste francesi, dando il via alla fase finale della seconda guerra mondiale.

Ma perché la memoria di questo giorno si conserva proprio qui?

Lo spiega Andrew Whitmarsh, curatore del museo ed esperto di storia militare: “I preparativi per il D-Day sono stati effettuati lungo tutta la costa meridionale della Gran Bretagna e in altri luoghi. Ma qui successero tante cose che hanno a che fare col D-Day. Molti soldati erano riuniti in quest’area per poi imbarcarsi sulle navi. I comandanti alleati si ritrovarono alla Southwick house, pochi chilometri a nord di Portsmouth, nei giorni immediatamente precedenti. Esaminarono le previsioni del tempo e decisero quando lanciare il D-day”.

Il museo si sofferma su tutto quanto fu legato allo sbarco in Normandia, compreso il fondamentale ruolo delle donne che, colo loro lavoro nelle fabbriche e altrove, contribuirono al successo dell’operazione.

Non mancano i veterani del D-day, come l’ottantottenne Frank Rosier, che sbarcò a Gold Beach in quel famoso 6 giugno. Viene spesso al museo, per trasmettere ai più giovani la sua esperienza avvenuta 70 anni fa.

“Eravamo – racconta – un po’ troppo abituati alla libertà. Nel nostro Paese non eravamo in balia di uno straniero dai tempi di Guglielmo il conquistatore, nel 1066. Al tempo penso che dessimo la libertà per acquisita. Non la puoi gustare, non la puoi annusare, non la riesci a sentire. Ma se qualcuno te la toglie, te ne accorgi eccome”.

Aperto in occasione del 40mo anniversario, nel 1984, dalla Regina Elisabetta II, 30 anni dopo anche il museo di Portsmouth ha in programma una serie di iniziative per la nuova ricorrenza dello sbarco in Normandia. E per rendere omaggio a coloro che parteciparono a una delle più importanti pagine della storia moderna.

0 commenti