Donne senza velo in Iran: in migliaia aderiscono su Facebook

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
151 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (askanews) - Donne senza velo nei parchi, al mare, nelle strade e in macchina: sono ormai decine e decine le fotografie postate dalle iraniane sulla pagina Facebook creata dalla giornalista Masih Alinejad, esule a Londra, il 3 maggio scorso. Da allora la pagina ha ottenuto oltre 130.000 "mi piace", innescando un dibattito sulla libertà di indossare o meno l'hijab.
In Iran è infatti obbligatorio indossare il velo in pubblico; in caso di violazione si rischiano frustate e detenzione in prigione. Alinejad ha raccontato al Guardian di essere stata inondata di messaggi e fotografie da quando ha lanciato l'iniziativa, intitolata "Libertà segrete delle donne iraniane".
Obiettivo della campagna, ha spiegato la giornalista, è "dare voce a migliaia e migliaia di donne iraniane che pensano di non aver alcuna piattaforma su cui poter esprimere la propria opinione". Alinejad ha precisato di non essere contraria al velo, ma di "voler vivere in un paese dove sia io, che non indosso il velo, sia mia sorella, che lo indossa, possiamo vivere l'una accanto all'altra".

0 commenti