Marche devastate dalle alluvioni, due morti a Senigallia

Prova il nostro nuovo lettore
89 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
È Senigallia la città più colpita dal maltempo che devasta le Marche. Nella località costiera sono morti due anziani, uno che non è riuscito a salvarsi dall’arrivo di un fiume d’acqua, quando si trovava in cantina. L’altro è stato colto da un malore in casa. In tanti hanno dovuto lasciare le loro case per gli effetti dell’esondazione del Cesano e migliaia di persone sono senza corrente elettrica.

Drammatico il salvataggio degli studenti dell’Istituto
Corinaldesi, murati’nella scuola da un fiume d’acqua alto oltre un metro, costretti a salire ai piani alti dell’edificio e raggiunti solo nel tardo pomeriggio dai camion dei vigili del fuoco, con i genitori in attesa in lacrime. I tecnici del corpo nazionale del soccorso alpino hanno strappato alla piena un ragazzo aggrappato a una pensilina di un supermercato, e gente salita sui tetti.

La Protezione civile sta coordinando lo smistamento di 300 brande,700 coperte e torri faro in arrivo con una colonna mobile di soccorso nei tre centri di accoglienza attrezzati per l’assistenza agli sfollati in tre scuole della città. Si cercadi dare un tetto a chi ha la casa invasa da un metro d’acqua, o a chi non riesce a raggiungere la propria abitazione per problemi di viabilità.

0 commenti