A Kinshasa per la prima volta nelle case arriva l'elettricità. Progetto finanziato dalla Banca Mondiale per allargare la rete

askanews

per askanews

885
40 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Kinshasa (TMNews) - Nella Repubblica democratica del Congo conflitti e corruzione hanno reso l'elettricità un lusso per pochi. Anche a Kinshasa, candele e generatori di corrente sono la norma. Ma in un sobborgo della capitale presto le cose potrebbero cambiare. Per otto mesi gli operai hanno cablato la zona di Kimbanseke per permettere ai residenti di collegarsi alla rete:"Questo televisore non funziona - lamenta questa donna - c'è un guasto di corrente. Se potessimo lo useremmo ma abbiamo bisogno dei generatori che comunque non durano a lungo, c'è sempre un guasto"Questo enorme progetto è stato portato avanti dalla società elettrica nazionale che ha ricevuto fondi per un miliardo di dollari dalla Banca Mondiale: in questo modo oltre 60mila abitazioni finalmente avranno accesso all'elettricità. "Penso che con tutte le forniture realizzate alla fine ci sarà un miglioramento nella distribuzione della corrente", afferma il direttore dell'azienda nazionale dell'elettricità.Man mano che la rete si allarga, il governo costruisce dighe la cui potenza elettrica andrà soprattutto alle compagnie minerarie e al Sudafrica. Ciò nonostante a poco a poco l'elettricità raggiungerà anche la gente comune di Kimbanseke.(Immagini Afp)

0 commenti