Corea del Sud: si cercano i dispersi del traghetto naufragato

Prova il nostro nuovo lettore
16 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Attorno alla zona in cui è affondato il traghetto Sewol si lavora senza sosta. 239 le navi mobilitate. Un migliaio le persone impegnate nelle ricerche dei corpi dei passeggeri che ancora mancano all’appello: circa duecento, in maggioranza ragazzi di 16 e 17 anni.

Gli Stati Uniti hanno annunciato che invieranno nella zona una nave militare che rimarrà a disposizione delle autorità sudcoreane. A una settimana dal naufragio è impossibile trovare
superstiti, ma il governo di Seul promette che verrà fatto tutto il possibile per recuperare i corpi delle vittime e che saranno chiarite tutte le irregolarità commesse a bordo.

Nelle scorse ore la presidente del Paese Park Geun-hye aveva accusato il capitano del traghetto e parte dell’equipaggio di atti incomprensibili equivalenti a un omicidio. Otto finora gli arrestati.

Ad Ansan, nei pressi della capitale, si sono svolti intanto i primi funerali degli studenti che nell’incideente hanno perso la vita. Il bilancio aggiornato è di 104 morti e 198 dispersi. 174 le persone tratte in salvo.

0 commenti