Ancora sangue in Iraq: 13 morti per un kamikaze a Baghdad

askanews

per askanews

884
31 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Baghdad (askanews) - Il sangue continua a scorrere a fiumi in Iraq, un Paese che non sembra in grado di uscire dalla spirale di violenza seguita al ritiro delle truppe occidentali. Un kamikaze su un'autobomba ha fatto strage, l'ennesima del 2014, nei pressi di un posto di blocco della polizia nella zona meridionale di Baghdad. Il bilancio è pesante: i morti sono almeno 13 e i feriti più di 35. Numeri che, pur nella loro enormità, appaiono quasi "ordinari" nella situazione di caos, incertezza e violenze che ormai scuotono quotidianamente l'Iraq. E Baghdad torna a essere una delle città più insicure e pericolose al mondo.

0 commenti