Advertising Console

    A Capri scavi chiusi a Pasqua: turisti e albergatori indignati

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    8 visualizzazioni
    Capri, (askanews) - In piazzetta si registra il tutto esaurito, I bar e le stradine dello shopping sono invasi da una folla di turisti. Capri è una delle mete più amate per le vacanze di Pascqua: il sole ha fatto la sua comparsa e i visitatori sono accorsi in massa sull'isola Azzurra. Però tra la folla e tra gli albergatori serpeggia un po' di malumore. In molti avrebbero voluto visitare gli scavi archeologici di Villa Jovis, ma il sito, che ospita la dimora dell imperatore romano Tiberio, è rimasto inesorabilmente chiuso. Cancelli sbarrati e ruderi inaccessibili sia nel giorno di Pasqua che in quello di Pasquetta.
    "Siamo qui perchè volevamo fare un giro culturale ma purtroppo abbiamo trovato chiuso. Capri non è solo il mare per noi e siamo rimasti delusi da questa cattiva notizia".
    "Si fa tanto per portare il turismo sull'Isola, si cerca di portare qui la gente ma non offriamo niente, Villa Jovis chiusa, questo è un modo pessimo per iniziare la stagione turistica".
    Il sito è rimasto chiuso per carenza di personale di guardiania al quale non sarebbe concesso di effettuare turni di lavoro straordinario.