In Siria Assad visita città strappata a ribelli: sono terroristi

askanews

per askanews

884
14 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Maaloula (askanews) - Il presidente siriano Bashar Al Assad torna a farsi vedere in pubblico in occasione delle feste di Pasqua. E per farlo sceglie un luogo simbolo, la città cristiana di Maaloula recentemente strappata dall'esercito governativo ai ribelli. Una battaglia di cui il centro abitato porta molti segni e ferite. Assad cammina tra la gente e si ferma a parlare con i soldati e le persone che lo fermano in strada. "Anche se la battaglia è lunga, noi saremo sempre pronti ad affrontare i terroristi - dice - Anche se loro distruggeranno la Siria noi la ricostruiremo insieme, la renderemo migliore e più bella". Per Assad i terroristi sono i ribelli che si oppongono al suo governo. "Nessun popolo ha mai dovuto affrontare quello che affronta la Siria oggi - continua - La vostra unità garantirà vittorie come questa, che hanno un grande peso nella storia del nostro esercito e della politica".
Resta invece aperto il fronte ad Homs dove l'esercito regolare stringe l'assedio attorno ai ribelli che hanno in mano la città.
(immagini Afp)

0 commenti