Advertising Console

    Nepal: sherpa uccisi da valanga preparavano impresa sportiva

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    692
    43 visualizzazioni
    Le vette dell’Everest hanno conosciuto la loro tragedia più grande. Almeno 15 sherpa sono morti dopo essere stati travolti da una valanga a 6mila metri di altitudine.

    Preparavano le vie di risalita e sono rimasti schiacciati da un enorme blocco di ghiaccio. 12 i corpi recuperati, altri tre cadaveri sono stati avvistati e una persona risulta dispersa.

    Molti degli sherpa erano impegnati nell’impresa sportiva dell’americano Joby Ogwyn che vuole lanciarsi dalla vetta con una tuta alare.

    “Questo incidente mi ha causato un immenso dolore perché mio padre non è più con noi – dice Timjun, figlia dello sherpa Ang Kagi – 5 mesi fa i miei genitori hanno divorziato, ecco perché sono ancora più triste”.

    Dalla conquista del tetto del mondo nel 1953, la vittime dell’Everest ammontano a oltre trecento. La montagna ha risparmiato una guida di 22 anni. “Sono un uomo fortunato”, ha detto il giovane sotto lo sguardo della moglie incinta di cinque mesi.