Ucraina, l'intesa alla prova dei fatti: l'incertezza rimane. Obama: non possiamo essere sicuri di niente

askanews

per askanews

901
3 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Kiev (TMNews) - L'intesa tra Russia, Ucraina e Paesi occidentali ha sorpreso molti osservatori e ha rappresentato un significativo passo avanti della diplomazia. Resta da capire quanto poi accadrà realmente sul campo, e la cautela sugli sviluppi futuri arriva anche dai più alti livelli. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha usato parole che lasciano trapelare un certo scetticismo."A questo punto - ha detto in conferenza stampa - non credo che si possa essere sicuri di niente. Penso ci sia la possibilità, la prospettiva, che la diplomazia possa frenare l'escalation e che noi ci si possa avvicinare a quello che è sempre stato il nostro obiettivo: ossia lasciare che siano gli ucraini a decidere delle proprie vite".La Russia, dal canto suo, per bocca del ministro degli Esteri Lavrov ha ribadito la propria posizione fortemente contraria a ciò che Mosca definisce "estremismo", ma la minaccia di un intervento delle forze di Putin non sembra essere definitivamente tramontata.Intanto nel Paese scendono in piazza anche i sostenitori dell'unità nazionale, contrari all'idea di ulteriori secessioni. A Donetsk, nel cuore della regione filo russa, hanno sfilato in migliaia per ribadire la volontà di rimanere parte dell'Ucraina. A testimonianza di quanto sia ancora fluida, e quindi incerta, la situazione.

0 commenti