Antonio D'Amato: serve più Europa nella sfida globale

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

906
8 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (askanews) - "L'Europa deve esistere come entità politica perché se l'Europa non esistesse come tale il futuro che avremo davanti sarebbe un futuro inquietante". E' l'allarme lanciato dal presidente della Federazione Nazionale Cavalieri del Lavoro, Antonio D'Amato, nel corso del workshop "Riformare l'Italia e l'Europa per competere e crescere". Per il presidente D'Amato nei nuovi equilibri geopolitici mondiali è pericoloso avere meno Europa. "Non c'è dubbio che noi non possiamo non avere più Europa e non c'è dubbio che non c'è via d'uscita da uno scenario di grandissima tensione politica e di grandissimo conflitto economico senza un'Europa più forte, più unita e capace di svolgere un ruolo del tutto diverso sul piano globale". L'Italia deve fare la sua parte e non solo nell'economia. Giovanni Maria Flick: "Quando ero ministro della giustizia, rimpiangevo che non avessimo una Maastricht della giustizia, dei paletti per metterci in regola: perché se la giustizia penale non funziona è un'offesa alla coscienza, se non funziona quella civile è un'offesa alla competitività".

0 commenti