Bordo (Pd): Contro euroscetticismo rilanciare politiche crescita

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
9 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma, askanews - Sulle elezioni europee del 25 maggio pende la minaccia di una grande affermazione di partiti apertamente euroscettici o addirittura eurofobi, ma per bloccare questa tendenza è necessario rilanciare, puntando soprattutto su politiche di crescita per favorire l'occupazione. Ne è convinto Michele Bordo (Pd), presidente della Commissione per le Politiche dell'Unione europea della Camera dei deputati. "L'Europa non può continuare puntando tutto sul rigore dei conti pubblici, il contenimento della spesa, l'austerità", ha detto Bordo, perché la conseguenza è stata "aggravare la recessione" in molti paesi.
La prossima legislatura del Parlamento europeo rischia così di essere la più antieuropea della sua storia, con partiti che "sfruttano la rabbia dei cittadini per questa crisi drammatica". Di fronte a questa situazione, ha osservato Bordo, il semestre di presidenza italiana dell'Ue, che comincerà il primo luglio 2014, dovrebbe porre le basi per un "rafforzamento del ruolo e del peso dell'Europa, che non deve basarsi più soltanto sull'unità economica ma puntare molto di più sull'unità politica".

0 commenti