Dal sapone di carta all'isolante, la nuova vita della cellulosa

askanews

per askanews

846
12 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Torino (TMNews) - L'Italia è uno dei Paesi più virtuosi in Europa nel riciclo e recupero di carta e cartoni, e forse anche fra i più creativi, almeno a giudicare dall'uso che della carta hanno fatto alcune startup italiane come Roncolab, nata da un'intuizione di Danilo Ronco, ristoratore che si è inventato il sapone di carta, l'evoluzione 3.0 del comune detergente. Monodose e a base di cellulosa, è in forma di rotolo e contiene l'equivalente di 6 flaconi di sapone liquido da 250 cl., riducendo così sprechi per quanto riguarda la materia prima e i trasporti. "E' un rotolino che si metterà dentro un dispenser, erogherà questi fogliettini, si può scriverci anche sopra e con questi fogliettini ci si lava le mani, spariscono e non c'è più niente in mano".
Per ora viene usata carta primaria ma il riciclo è un'idea che potrebbe essere valutata in futuro. Il recupero della carta è invece già il presente per Nesocell, startup dell'incubatore I3P del Politecnico di Torino come Roncolab. In quest

0 commenti