Crollano prezzi case, -5,6% nel 2013: dato raddoppia in un anno. Secondo l'Istat si amplia il calo nelle case nuove (-2,4%)

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

881
8 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - La crisi rallenta ancora il mercato immobiliare e fa crollare i prezzi delle case. Secondo l'Istat, nel 2013 i prezzi medi delle abitazioni sono scesi del 5,6% rispetto all'anno precedente, il doppio della flessione del 2012, quando fu del 2,8%. L'Istituto di statistica spiega i dati con una riduzione dei prezzi delle case nuove (-2,4% contro il +2,2% di un anno fa) e di quelle esistenti, in flessione del 7,1% contro il 4,9% del 2012. In totale nel 2013 il numero di abitazioni comprate e vendute è sceso del 9,2%: il dato, registrato dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare dell'Agenzia delle Entrate, è comunque in miglioramento rispetto al 25,8% del 2012.Comprano meno soprattutto le famiglie: nel quarto trimestre 2013, l'Indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi che per investimento, è diminuito dell'1,3% rispetto al trimestre precedente e del 4,8% nei confronti dello stesso periodo 2012. Questo dato, spiega l'Istat, "conferma una tendenza al calo congiunturale e tendenziale dei prezzi delle abitazioni in atto ormai da due anni".

0 commenti