Torna in Francia il manoscritto delle "120 giornate di Sodoma". Il rotolo originale scritto da De Sade alla Bastiglia nel 1785

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
75 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Parigi (TMNews) - Il manoscritto originale delle "120 giornate di Sodoma" è finalemnte tornato a Parigi. Si tratta di un rotolo di carta lungo 12 metri e largo 50 cm sul quale è inciso in corsivo il romanzo erotico incompiuto, scritto dal marchese De Sade nel 1785, durante la sua detenzione della prigione parigina della Bastiglia.Il prezioso manoscritto andò perduto durante la presa della Bastiglia che, il 14 luglio del 1789, diede vita alla Rivoluzione francese. Da allora è passato di mano in mano, rubato, contrabbandato, nascosto fino all'acquisto, per 7 milioni di euro, da parte di una società francese che lo ha fatto tornare in patria."E' scritto su entrambi i lati con una grafia molto sottile - spiega l'esperto di manoscritti Gérard Lhéritier, presidente della socuetà Aristophil - il rotolo serviva al marchese De Sade per poter arrotolare il manoscritto e nasconderlo tra i mattoni della sua cella. Chiederemo al Ministero della cultura di classificarlo come tesoro nazionale che non potrà più essere portato all'estero".Il romanzo ondeggia tra la cronaca storica e il racconto boccaccesco, indugiando sui racconti pruriginosi e libertini dei 4 nobili protagonisti. Interagendo con una serie di personaggi minori si dedicano a scambi di coppie e pratiche sessuali di ogni tipo, bieche, malvagie e molto spesso illecite. In Italia il regista Pier Paolo Pasolini s'ispirò liberamente al romanzo di De Sade per il suo film "Salò o le 120 giornate di Sodoma", del 1975.(Immagini Afp)

0 commenti