Advertising Console

    Kenya, stupro di gruppo: manifestanti chiedono giustizia per Liz. Condannati a tagliare l'erba. "Non è la giusta punizione"

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    35 visualizzazioni
    Roma, (TMNews) - Settecento persone sono scese in piazza, sfilando davanti al quartier generale della polizia, in Kenya, per chiedere giustizia dopo che un gruppo di uomini ha violentato brutalmente una studentessa ed è stato messo a tagliare l'erba come punizione."Una delle domande che mi pongo è cosa sta succedendo nella nostra società per far avvenire casi di stupro così gravi - afferma la direttrice della Coalizione sulla violenza contro le donne - Abbiamo avuto numerosi casi terribili, il caso di Liz è sintomatico del problema più grande che abbiamo. L'omertà è uno dei problemi maggiori. Le persone hanno paura di andare dalla polizia e denunciare i fatti".I manifestanti chiedono pene più severe. La ragazza, 16 anni, soprannominata Liz, è stata picchiata e violentata ripetutamente da sei uomini mentre tornava dal funerale di suo nonno. I manifestanti sono scesi in piazza, indossando magliette con lo slogan "Giustizia per Liz". "Vogliamo rispetto, rispetto e dignità", urlano. "Tagliare l'erba non è la punizione per uno stupro".È stata lanciata anche una petizione in difesa dei diritti umani di Liz. A firmare più di 1,3 milioni di persone in tutto il mondo. Un numero in continua crescita.Immagini: Afp