Advertising Console

    Ségolène Royal, 60 anni di fascino e grinta, ritorna al governo. Ministro dell'Ambiente dopo il rimpasto voluto da Hollande

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    27 visualizzazioni
    Parigi (TMNews) - Per gli avversari è un film intitolato "A volte ritornano". Per quelli che l'hanno sempre amata malgrado venti e maree è, biblicamente, la fine della traversata del deserto.Ségolène Royal, 60 anni e sempre affascinante, dopo la sconfitta socialista alle amministrative, è tornata al governo con il rimpasto deciso dal presidente François Hollande, assumendo il dicastero di Ambiente, Sviluppo economico ed Energia. Un ritorno sensazionale da parte di un personaggio intramontabile.Nel giugno 2012 la sanguinosa bocciatura alle elezioni legislative sembrava avere segnato per sempre la sua fine. Ma con Ségolène mai dire mai.La sua carriera era iniziata all'Ena, la prestigiosissima scuola di alta amministrazione francese, dove incontra François Hollande, futuro padre dei suoi quattro figli. Finiti gli studi lavora al fianco di François Mitterrand che le affida il ministero degli Affari sociali.Inarrestabile diventa una figura di primo piano a sinistra, mettendo in ombra anche il marito. Ministro dell'Ambiente con Bérégovoy, dell'Istruzione con Jospin, della Famiglia ancora con Jospin, conquista nel 2004 la presidenza del consiglio regionale nel Poitou-Charentes.Nel 2006 si lancia nelle primarie socialiste e, nonostante tutti i colpi bassi interni, sarà lei a vincere la sfida e a battersi con Nicolas Sarkozy alle presidenziali del 2007. Qualche settimana dopo la sconfitta annuncerà la separazione da Hollande.Nel 2011 ritenterà la corsa alle primarie socialiste e la sconfitta al primo turno provocherà brucianti lacrime di delusione.Oggi con il profumo della primavera è arrivato anche il momento, forse più dolce, della vendetta.(Immagine Afp)