Comunicatore Blu(e), un tablet per dare voce ai bambini autistici. Progetto di Samsung e Needius: quaderno simboli diventa digitale

TM News  Video
833
28 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano, (TMNews) - Dare una voce a chi non ce l'ha con la tecnologia. Nasce con questa funzione Comunicatore Blu(e), il tablet pensato per i bambini autistici frutto della collaborazione tra Samsung, l'azienda Neocogita e Needius, start up di Rovereto: un dispositivo touch screen personalizzabile per genere ed età, che sostituisce il tradizionale quaderno dei simboli trasferendo in digitale gli ausili analogici che si usano per la Comunicazione Aumentativa Alternativa.Un database audio di parole registrate e abbinate a un simbolo grafico permette ai bambini di esprimersi attraverso una voce naturale e non sintetizzata. Blue sta per Boost language use easily, uso del linguaggio più semplice: la tecnologia accompagna e aiuta nella vita quotidiana chi è affetto da questo disturbo. Nello specifico si tratta di un Galaxy Tab 3 10.1, personalizzato a livello hardware e software per facilitare la comunicazione di chi soffre di autismo e afasia.Il dispositivo serve anche da supporto per ricercatori e terapeuti nello screening della comunicazione dei bambini autistici: una app registra e invia all'area riservata web di ogni paziente dati statistici poi elaborati per impostare interventi e training individuali mirati. Comunicatore Blu(e) viene sperimentato su dieci famiglie trentine con bambini tra 8 e 12 anni in collaborazione con l'Università di Trento.

0 commenti