Advertising Console

    Milano, per ricordare D'Ambrosio torna il pool di Mani Pulite. Anche Grasso e Bersani alla cerimonia nel Palazzo di Giustizia

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    37 visualizzazioni
    Milano (TMNews) - Il Palazzo di Giustizia di Milano è stato fino al 2002 la seconda casa di Gerardo D'Ambrosio, il magistrato morto il 30 marzo a 83 anni, e qui lo hanno ricordato centinaia di persone, tra le quali il presidente del Senato Piero Grasso (--5.00--), e l'ex segretario del Pd Pierluigi Bersani: "Io adesso vorrei ricordare una bella persona che ha sempre fatto il suo dovere con semplicità".Una processione silenziosa interrotta solo dalle parole del presidente del Tribunale Livia Pomodoro: "In lui professione e vita, ragione e sentimento, hanno costantemente illuminato l'esercizio della giurisdizione".Il ricordo più vivo della lunga carriera di D'Ambrosio è però legato alle inchieste su Tangentopoli e la cerimonia è stata l'occasione per rivedere insieme i membri del pool di Mani Pulite: Francesco Saverio Borrelli, Ilda Boccassini, Gherardo Colombo e Francesco Greco, che hanno presidiato la bara per alcuni minuti, mentre Antonio Di Pietro li ha seguiti isolato e in disparte: "Oggi vedo che sono in molti che lo ricordano parlando bene di lui, se lo avessero ascoltato di più anche quando era in vita forse sarebbe meglio, sia per la sua opera da magistrato sia per quella da senatore". Alla cerimonia civile è seguita quella nella chiesa di San Pietro in Gessate, proprio di fronte al Palazzo di Giustizia.