Reggio Calabria - Trovato arsenale, era per attentati a uomini di Stato (31.03.14)

Pupia

per Pupia

625
4 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
http://www.pupia.tv - Reggio Calabria - La 'ndrangheta stava preparando un attentato ad un uomo dello Stato. E' quanto ha affermato il procuratore capo della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, in merito al ritrovamento nei giorni scorsi, durante un normale controllo di routine, di un vero e proprio arsenale: almeno dieci kalashnikov, due fucili mitragliatori, cinque pistole con la matricola abrasa e munizionamento a volontà. "Queste sono armi che sicuramente non servivano per faide e scontri interni, in quelle terre ci sono equilibri mafiosi molto stabili, servivano ad altro", ha commentato De Raho. "In una situazione di escalation criminale come quelle degli ultimi due mesi sta a significare che la 'ndrangheta sta alzando il tiro. In assenza di una guerra di mafia quelle armi destano preoccupazione ed evidentemente servivano per armare un gruppo che doveva portare a termine un'azione significativa, di guerra". Duro il commento anche del Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti, secondo cui il sequestro di armi "è un gravissimo segnale di allarme, perché dimostra la capacità delle 'ndrine di riorganizzarsi nonostante i duri colpi subiti negli ultimi anni e di programmare attentati verosimilmente a danni di esponenti istituzionali, e in particolare di magistrati". (31.03.14)

0 commenti