Putin: ritiro truppe al confine ucraino. Gli Usa: per ora nessun movimento

21 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Vladimir Putin assicura d’aver cominciato il ritiro di parte delle truppe schierate al confine con l’Ucraina. Notizia positiva secondo gli Stati Uniti che però assicurano di non aver finora rilevato alcun movimento nell’area di Rastov sul Don. Area di confine tra i due Paesi nella quale sarebbe schierato un numero di militari russi stimato ad oltre 60.000 da fonti ucraine, a circa 30.000 uomini secondo il Pentagono.

Intanto le dimplomazie europee si muovono per allentare la tensione e scongiurare che il Cremlino intraprenda nuove mosse contro l’integrità territoriale dell’Ucraina. In questa direzione i Ministri degli Esteri del triangolo di Weimar, Germania, Francia e Polonia:

“Cent’anni dopo l’inizio della Prima Guerra Mondiale, 75 anni dopo l’inizio della Seconda Guerra Mondiale, 70 anni dopo la sua fine e a 25 anni dalla Guerra Fredda non può esserci posto per modifiche territoriali che sfocino in un conflitto” ha detto il Ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier.

Intanto la Crimea resta in una condizione critica, con episodi di black-out, lunghe file per l’acquisto di beni di consumo e davanti alle banche con la transizione dalla grivna al rublo che crea il caos. Il Premier russo Dmitri Medvedev, in visita nella penisola annessa, ha promesso un aumento delle pensioni.

0 commenti