Kabul: secondo attacco kamikaze in due giorni per far fallire elezioni presidenziali

Prova il nostro nuovo lettore
12 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Sventato a Kabul l’attacco della sede della Commissione elettorale indipendente, impegnata nelle operazioni pre-voto in vista delle elezioni presidenziali del 5 aprile.

Una sparatoria, una serie di esplosioni e poi un gruppo di uomini armati sono penetrati nell’edificio vicino a quello dove si trova la Commissione e da quella postazione hanno cominciato a fare fuoco.

È il secondo attacco in appena due giorni nel centro della capitale afghana.

Abbastanza simili le modalità. “4 kamikaze sono entrati in casa. Non sono servite le guardie che avevo. Gli aggressori erano travestiti da donne col burqa e non li abbiamo riconosciuti”, dice il proprietario della casa occupata.

L’attacco è da ascrivere ai talebani che voglioo far fallire le elezioni che porteranno alla scelta del successore di Hamid Karzai. Nelle intenzioni di voto in testa l’economista Ashraf Ghani tallonato da Abdullah Abdullah, sconfitto nelle elezioni del 2009. Tutti morti gli attentatori.

0 commenti