Putin telefona a Obama per discutere di Ucraina

64 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Vladimir Putin e Barack Obama parlano al telefono della crisi in Ucraina. Il Presidente russo ha chiamato il capo della Casa Bianca che gli ha chiesto di porre fine all’ammassamento delle truppe ai confini con l’Ucraina e di dare una risposta scritta alla proposta di soluzione diplomatica presentata da Washington.

Intanto il Dipartimento di Stato ammonisce: “Abbiamo già inflitto un colpo all’economia russa – dice la vice-portavoce Marie Harf -. Vi saranno altre conseguenze che danneggeranno la Russia ancora di più e che la isoleranno ulteriormente dal resto del mondo dal punto di vista diplomatico, economico o militare. Stiamo lavorando a una serie di misure al momento”.

Anche la Russia ha inasprito i provvedimenti nei confronti dei Paesi occidentali, in risposta alle sanzioni adottate da Stati Uniti e Unione europea per quanto avvenuto in Ucraina. Tutto questo mentre l’attenzione si concentra sulla presenza di militari russi al confine.

Putin per ora si compiace per la prova delle sue forze armate: “I recenti avvenimenti in Crimea – ha detto – hanno rappresentato una prova seria e hanno dimostrato la qualità delle nuove capacità dei nostri militari, così come il loro spirito”.

Quelle che si stanno svolgendo ai confini sono solo esercitazioni militari condotte nel rispetto del diritto internazionale, assicura Mosca. Per ora resta difficile prevedere quali saranno le future mosse di Putin.

Il Segretario di Stato americano John Kerry e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov dovrebbero a breve tornare a incontrarsi.

0 commenti