Francia: conto alla rovescia per le ammistrative, la "Gauche" spera di limitare i danni

Prova il nostro nuovo lettore
3 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Venerdì a mezzanotte si chiude la campagna elettorale per le amministrative francesi. Tutto lascia pensare che il secondo turno di domenica confermerà la vittoria della destra e il vantaggio del Fronte Nazionale, con il netto ripiego della “Gauche”, soprattutto del Partito Socialista.

Occhi puntati su Parigi, dove la candidata della destra Nathalie Kosciusko-Morizet ha poche probabilità di vittoria sulla socialista Anne Hidalgo, nonostante il vantaggio del primo turno. In questo primo test elettorale per il presidente François Hollande, fino a 160 città potrebbero invertire rotta e passare a destra.

“Se si verificherà la sconfitta della sinistra dice un esperto dell’IFOP se la sinistra dovesse perdere altre città emblematiche come si vocifera, come Tolosa, Strasburgo. Se dovesse esserci una sorpresa anche a Parigi, sebbene sembri poco probabile, Francois Hollande non potrà non reagire. Si spingerà fino a cambiare il Primo Ministro. Nessuno lo sa”.

Il primo atto, quasi dovuto, del post-municipali potrebbe comunque essere un rimpasto. Una manovra rapida per evitare un regolamento di conti nella famiglia socialista e l’avvio di un dibattito nazionale sull’efficacia dell‘équipe di governo.

0 commenti