Inquinamento killer: 7 milioni di morti nel 2012 secondo l'Oms. Dato in aumento dal 2008: "situazione inquietante"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

927
10 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Milano (TMNews) - L'inquinamento è un killer che uccide sempre più persone nel mondo. Lo rivela uno studio dell'organizzazione mondiale della sanità secondo cui nel 2012 sono stati 7 milioni i morti provocati dalla contaminazione dell'aria. Nel dettaglio 3,7 milioni per malattie riconducibili agli effetti dell'inquinamento esterno e 4,3 milioni per quello interno, ad esempio il fumo o le emissioni degli elettrodomestici da cucina.Una situazione definita dall'Oms "scioccante e inquietante" soprattutto perché il dato è in aumento rispetto alle rilevazioni del 2008. L'inquinamento dell'aria è ormai il fattore ambientale più importante ad avere effetti sulla salute, soprattutto nelle regioni dell'Asia e del Pacifico. Questo non significa che nel resto del mondo vada meglio, anzi le conseguenze interessano tutti, Paesi ricchi e poveri.

0 commenti