Aereo cinese avvista possibili rottami del volo scomparso

Prova il nostro nuovo lettore
61 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Al largo dell’Australia si cerca ormai a vista per stabilire se gli oggetti individuati da un aereo militare cinese appartengano al Boeing 777 della Malaysia Airlines, il primo avvistamento reale non esclusivamente fondato su immagini dei satelliti. A recuperarli potrebbe essere la nave rompighiaccio cinese Xuelong.

Si tratterebbe di due rottami di dimensioni piuttosto grandi, bianchi e altri più piccoli, localizzati nell’Oceano Indiano meridionale, a circa 2.500 chilometri a sudovest di Perth, il corridoio sud dove negli ultimi giorni si sono concentrate le ricerche.

Quest’ultimo avvistamento segue le immagini satellitari diffuse in precedenza – tra cui quelle dei satelliti cinesi e, ieri, anche di quelli francesi – al vaglio delle autorità australiane, che coordinano le ricerche.

L’operazione si svolge in una delle aree più inospitali del pianeta con condizioni metereologiche in peggioramento. Una vera sfida per chi cerca di dare una risposta ai parenti delle 239 persone a bordo del volo MH 370 partito da Kuala Lumpur l’8 marzo e mai arrivato a Pechino.

0 commenti