Libano: scontri tra pro e anti-Assad, un morto

Prova il nostro nuovo lettore
22 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
In Libano interviene l’esercito per placare gli scontri tra sostenitori e oppositori del presidente siriano. Una persona è morta in un quartiere meridionale di Beirut a maggioranza sunnita dove uomini armati fedeli a Shaker Berjawi – sostenitore di Bashar al Assad – e gruppi sunniti sostenitori della rivolta si sono affrontati con armi da fuoco.

Tra i feriti – una decina – risultano anche civili. “Noi siamo gli abitanti del quartiere – dice un residente -. Non abbiamo salafiti o altro, noi siamo quelli del posto. Alcuni sono sostenitori del Movimento del Futuro, altri sono misti. Ogni volta che Shaker Barjawi esce con questi teppisti li manda da noi. Basta! Chiediamo al capo dell’esercito e al Presidente di risolvere questa situazione. Abbiamo perso qualcuno che non ha nulla a che fare con tutto ciò”.

Si tratta del più grave scontro degli ultimi due anni nella capitale libanese. Rappresenta il culmine di una settimana di violenza nel Paese legata agli avvenimenti in Siria. Solo a Tripoli sono rimaste uccise quasi trenta persone in scontri che hanno coinvolto anche l’esercito.

0 commenti