Advertising Console

    Guinea: virus ebola, una sessantina di morti, è allarme

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    877
    116 visualizzazioni
    È ebola la febbre emorragica che da circa un mese colpisce la Guinea, e l’epidemia sta mietendo vittime e mostrando un’accelerazione negli ultimi giorni: una sessantina i morti su ottanta casi registrati, e che si tratti del micidiale virus è stato confermato nelle ultime ore da test eseguiti a Lione.
    Il focolaio si trova nelle regioni meridionali della Guinea, dove i primi casi sono stati segnalati il 9 febbraio. Il virus, uno dei più temuti anche sul fronte del bioterrorismo, ha vari ceppi, alcuni dei quali sono capaci di uccidere tra il 50 e il 90% delle persone infettate. Per questo virus non esistono cure nè vaccini.
    Quello che sta colpendo la Guinea in questi giorni sembra uno dei ceppi a più alta mortalità, e le autorità sanitarie locali hanno lanciato l’allarme chiedendo aiuti internazionali. Da Francia e Belgio partono in queste ore due aerei carichi di medicinali, anche Medici Senza Frontiere ha annunciato l’invio di rinforzi per le équipe sul posto.