Vuoi rimuovere tutte le tue ricerche recenti?

Tutte le ricerche recenti saranno cancellate

Il menù di Futura vola a Houston. Sulla Iss si cucinerà italiano

4 anni fa11 views

Riso integrale, pollo, quinoa e sgombro: saranno questi alcuni dei cibi speciali del primo menu spaziale di un'italiana. Quello che Samantha Cristoforetti consumerà in orbita sulla Iss dove arriverà a novembre di quest'anno per una missione, Futura, che la vedrà risiedere sull'avamposto orbitante per 6 mesi. La nostra astronauta sarà protagonista di una novità assoluta in tema di 'space food': sulla stazione avrà una sua personale dispensa a disposizione per preparare piatti ogni volta diversi, con ingredienti tutti rigorosamente made in Italy e biologici. A scegliere pasti e materie prime è stata la stessa Samantha insieme agli esperti e allo chef Stefano Polato della ditta italiana Argotec che produce per l'Esa il cosiddetto 'bonus food' degli astronauti europei. In pratica oltre alle pietanze standard fornite dalle agenzie americana e russa, agli astronauti del vecchio continente viene fornita una piccola scorta di cibo speciale preparata ad hoc sulla base dei loro gusti e dei sapori tipici delle rispettive terre d'origine. Gli addetti ai lavori definiscono questo cibo extra una sorta di 'boost psicologico', un'iniezione di buon umore, che può trasformare un pasto di routine in una serata speciale. Come nel caso della cena italiana a base di lasagne e caponata offerta da Luca Parmitano ai suoi crewmate e ricordata più volte nei suoi racconti. Le pietanze realizzate appositamente per Samantha sono già state confezionate e spedite a Houston, dove
i tecnici tecnici Nasa provvederanno a integrarle con il cibo standard dell'astronauta. Dal Texas, voleranno poi in Russia dove saranno immagazzinate insieme alle scorte dei futuri compagni di viaggio, in attesa di essere spedite e consumate nello spazio.