Pio e Amedeo, da Le Iene al cinema "tamarro" con "Amici come noi"

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

880
190 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Roma (askanews) - Da Le Iene al grande schermo: la comicità demenziale e surreale di Pio&Amedeo arriva al cinema con il film "Amici come noi", diretto da Enrico Lando e prodotto da Pietro Valsecchi, l'uomo che ha portato Checco Zalone e I soliti idioti dai programmi tv ai superincassi al box office.
La commedia racconta la storia di due amici foggiani che lasciano la loro città e fuggono verso il nord, da Roma a Milano ad Amsterdam, organizzando finti rapimenti di pappagalli e improvvisando provini come calciatori. Il loro stesso produttore ha definito la loro comicità "tamarra".
"Ci umilia ogni giorno da quando l'abbiamo incontrato" ha ironizzato Amedeo.
"Valsecchi quando dice che c'è un pubblico di tamarri vuol dire che c'è un pubblico di caciaroni, un pubblico che vuol ridere: il tamarro è quello che.... va al cinema perché vuole ridere. La gente vuole ridere, i problemi so' assai... Valsecchi ci vede lungo in questo e speriamo bene" ha detto Pio.
Della comicità de Le Iene al cinema hanno portato soprattutto:
"L'improvvisazione, perché noi siamo abituati ad accendere la telecamera e andare: quello che viene viene".
"Non siamo abituati a copioni, perché ci conosciamo talmente tanto bene noi, quindi sappiamo che se uno dice una cosa si sa dove si va a parare" ha detto Pio. "L'improvvisazione: una sintesi" ha scherzato Amedeo.
Ora al box office si vedrà se riusciranno a raggiungere il successo di Zalone.
"Checco Zalone è un fenomeno... Ha fatto dei numeri che non si possono emulare da qui fino a non so quando: pensare di fare anche la metà della metà di Zalone sarebbe impossibile.... Speriamo di fare anche un decimo degli incassi di Zalone, che equivale a 5 milioni e passa, quindi firmeremmo oggi per arrivare a quella cifra".

0 commenti