Advertising Console

    Ucraina: 40.000 tra riservisti e volontari gli uomini mobilitati

    Riposta
    euronews (in Italiano)

    per euronews (in Italiano)

    794
    15 visualizzazioni
    In Ucraina 20.000 riservisti sono stati richiamati con un voto del nuovo Parlamento; altri 20.000 uomini destinati alla costituzione di una nuova Guardia Nazionale. Il tutto per affrontare il prossimo passo del Cremlino, secondo Kiev: dopo la Crimea il tentativo sarà quello di portare tutto l’Est del Paese sotto il controllo di Mosca.

    Il Ministro dell’Interno ucraino Arsen Avakov: “Nei prossimi giorni l’Ucraina avrà un’unità di combattimento pronta all’azione. Un’unità che non ha la volontà di combattere ma una semplice aspirazione a proteggere i confini dell’Ucraina. Gloria all’Ucraina”.

    Fino al prossimo 21 marzo le truppe ucraine e i soldati russi di stanza in Crimea si sono impegnati al rispetto totale di una tregua, ad evitare ogni provocazione in una situazione potenzialmente esplosiva.

    “Nessuno eccetto noi, cittadini d’Ucraina, proteggerà questo Paese. E faremo del nostro meglio” dice un volontario.

    Imponente la mobilitazione dei volontari ucraini per controbilanciare la presenza russa nella penisola ormai di fatto annessa alla Russia: secondo Kiev sono oltre 10.000 in più i soldati di Mosca presenti in Crimea in violazione degli accordi bilaterali.