Advertising Console

    Rosi Bindi e Raffaele Cantone: don Diana un esempio da ricordare

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,2K
    15 visualizzazioni
    Roma (askanews) - Un lungo applauso ha accolto la proiezione della fiction su don Diana "Per amore del mio popolo", interpretata da Alessandro Preziosi, presentata in anteprima nell'aula dei gruppi parlamentari della Camera alla presenza della presidente della Commissione antimafia Rosi Bindi, della presidente Rai Annamaria Tarantola, e del magistrato Raffaele Cantone. Bindi, nel ricordare la figura del prete anticamorra ucciso 20 anni fa, ha affermato:
    Tutte le mafie, da Cosa nostra alla 'ndrangheta alla camorra alla sacra corona unita, hanno paura di chi sa indicare ai cittadini che esiste una risposta diversa ai loro bisogni. Hanno paura di chi fa capire che si può costruire un futuro senza violenza".
    La miniserie diretta da Antonio Frazzi ricorda il coraggio di don Diana e l'impegno per sottrarre i ragazzi alla criminalità. Per Cantone si sono fatti enormi passi nella lotta alla camorra ma oggi
    "c'è bisogno d'altro, c'è bisogno di mandare anche segnali incoraggianti a quelle terre, che non possono essere considerate sempre e soltanto in un'ottica negativa.
    "anche partendo da un'operazione civile come questa si può creare le condizioni per il riscatto: c'è moltissimo ancora da fare, assumendosene le responsabilità. Forse ogni tanto rileggere la lettera di don Peppe Diana del 1991, così attuale anche oggi, può fare sicuramente bene".