Libia, marina Usa sale a bordo di petroliera catturata da ribelli. Aveva caricato greggio in un porto dell'est

Prova il nostro nuovo lettore
askanews

per askanews

880
11 visualizzazioni
  • Informazioni
  • Export
  • Aggiungi a
Tripoli, 17 mar. (TMNews) - I Navy Seals americani sono saliti a bordo e hanno assunto il controllo della petroliera che aveva caricato greggio in un porto controllato dai ribelli nell'est della Libia, per poi fuggire in mare.A confermarlo è stato il Pentagono, che ha specificato che nessuno è rimasto ferito quando le forze speciali della marina statunitense, "su richiesta dei governi di Libia e Cipro, hanno abbordato la petroliera commerciale Morning Glory e ne hanno preso il controllo". La nave era stata in precedenza sequestrata da tre uomini armati libici.L'operazione è stata approvata dal presidente Barack Obama e condotta nelle prime ore di lunedì 17 marzo "in acque internazionali a sudest di Cipro". La Morning Glory "sta trasportando un carico di petrolio - si legge nella nota del Pentagono - di proprietà della National Oil Company, società del governo libico. Nave e carico sono stati illecitamente ottenuti dal porto libico di al Sidra". La petroliera, battente bandiera nordcoreana, era stata sequestrata il 10 marzo dalle forze filogovernative libiche ma era riuscita a fuggire il giorno dopo, approfittando delle cattive condizioni meteo.

0 commenti