Advertising Console

    Emergenza sicurezza in Honduras: militari armati sui bus pubblici

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    3 visualizzazioni
    Tegucigalpa, (askanews) - Soldati armati seduti accanto ai passeggeri a bordo degli autobus di linea. È la risposta del governo dell'Honduras all'emergenza sicurezza, tra i principali problemi dello Stato americano, che conta un tasso di omicidi tra i più alti al mondo: 70 ogni 100mila persone. In risposta alla violenza crescente, spesso gli autobus pubblici sono attaccati da gang di rapinatori, i militari sono comparsi in tutti i mezzi della capitale Tegucigalpa e della seconda città, San Pedro Sula. Indossano la divisa mimetica e imbracciano l'arma, tra saluti e qualche faccia perplessa.
    I soldati si spostano dunque dai bordi delle strade e dai luoghi pubblici, dove si è abituati a vederli in Europa, ai mezzi stessi, ma per esigenze del tutto diverse dalla lotta al terrorismo. Una scelta del presidente dell'Honduras Porfirio Lobo anche alla luce dei dati diffusi dalla Commissione nazionale per i diritti umani: nel 2013 sono stati 113 gli utenti dei trasporti pubblici uccisi in Honduras tra autisti, passeggeri e tassisti.
    (immagini Afp)