Advertising Console

    Zingaretti, Ambra, Ranieri, Boni: la coppia è tutta un tradimento

    Riposta
    askanews

    per askanews

    1,1K
    20 visualizzazioni
    Roma (askanews) - Matrimoni, tradimenti, ripicche, compromessi, perdono, vendetta: "Maldamore", l'ultima commedia di Angelo Longoni, racconta le mille sfaccettature della vita di coppia. Ambra è la moglie nevrotica di Luca Zingaretti, traditore seriale e impenitente, mentre Luisa Ranieri confessa un breve tradimento al marito Alessio Boni, che continua invece le sue storie parallele.
    "E' una commedia che parla al presente e prende spunto da quella che è la realtà: oggi come oggi credo che il problema, non solo di coppia, ma un po' di tutti quanti, è che ci si parla poco: magari si chatta di più ma si parla poco".
    Per Zingaretti il suo cinquantenne traditore assomiglia a molti uomini italiani.
    "E' il tipico maschio italiano, uomo di oggi, insicuro, perché il mondo gli è cambiato sotto gli occhi con una rapidità estrema, che ha perso il suo ruolo, ha perso le sue prerogative, i suoi vantaggi, e deve fare i conti con una realtà nuova a cui non sa come reagire".
    Per Ambra la cosa divertente del film è che mostra la normalità del tradimento e sdogana gli amanti.
    "La cosa che mi diverte è che finalmente Angelo li fa vivere in una condizione umanamente accettabile e dignitosa: non rinchiusi negli armadi o sotto i letti o dentro gli elettrodomestici, supera quel perbenismo per cui la nostra reazione di fronte a dei tradimenti è sempre 'ah, no!': in realtà il mondo è pieno, dalla politica alle cronache".
    Luisa Ranieri, moglie di Zingaretti nella realtà, condivide la teoria del 2% teorizzata dal suo personaggio:
    "Il 2% è il minimo sindacabile che un essere umano deve tenere per sé e non annullare nella coppia, e che è quello che poi rende l'altro interessante: uno sguardo fuori dalla coppia, con delle fantasie, dei piccoli spazi segreti, che rendono anche l'altro misterioso"